Nel mercato del 21esimo secolo, ormai tutte le attività economiche di ogni ordine di grandezza necessitano di uno spazio web dove posizionare il proprio business e promuovere prodotti e servizi.

Un sito web ben fatto e funzionante rappresenta la conditio sine qua non per accrescere il valore del proprio brand, ma in virtù di una credibilità che aumenta parallelamente ad una serie di attività di web marketing. Ormai WordPress rappresenta la piattaforma open-source per creare un sito web di base, avanzato oppure magari un e-commerce.

I costi fissi iniziali d’investimento sono molto contenuti. Tuttavia è da premettere come il dispendio di risorse umane e di tempo possono variare in relazione all’obiettivo che s’intende raggiungere.Con la seguente guida intendiamo fornirti in pochi semplici passi gli step imprescindibili da seguire per la realizzazione di un sito vetrina con annessa creazione di una sezione blog dove pubblicare contenuti secondo un calendario editoriale ben definito.

Innanzitutto è bene identificare il proprio business all’interno del quale posizionarsi.

In questo modo è possibile adattare il tono della comunicazione, i tratti distintivi del nostro prodotto/servizio e la tipologia del nostro cliente tipo alla creazione di un sito web realmente funzionale e funzionante per l’impresa. Elencheremo di seguito con un elenco puntato una serie di step fondamentali per la costruzione ex novo di un sito web.

1. Scegliere il nome del sito, comprare un dominio e uno spazio hosting per WordPress.

I consigli di massima su questo punto si riferiscono all’acquisto di un dominio che rispecchi quanto più possibile i tratti distintivi dell’impresa (ad es. .it riflette come l’Italia sia il mercato di riferimento per quell’impresa). L’hosting corrisponde effettivamente ad uno spazio cibernetico dove ospitare il nostro sito e i contenuti che di volta in volta andremmo a creare. Ciò è l’equivalente di una licenza per utilizzare uno spazio di un server detenuto dal provider che abbiamo scelto. Di qui è possibile installare WordPress accedendo al sito ufficiale della piattaforma, ricordandoci di spuntare la casella nelle opzioni del pannello di controllo che ci permette di impedire al crawler di Google di indicizzare il nostro sito in costruzione. Ricordati che è buona prassi installare dei plug-in che attivano la modalità “Coming Soon”, la quale restituisce del sito temporaneamente in costruzione ad un utente che ci ha visitato. Questa opzione è bene utilizzarla con le dovute precauzioni.

2. Scelta e configurazione del tema – impostazione dei link alle pagine.

E’ bene innanzitutto partire dalla scelta di un tema quanto più in linea con la nostra immagine coordinata, ma in termini funzionali, è bene scegliere un tema che sia mobile responsive, dato che ciò ormai rappresenta la prassi per essere funzionali ed efficaci. Installato nella sezione aspetto>temi>aggiungi nuovo>caricare la nostra cartella .zip del template, è compito del web master e del web designer a combinare i colori, il fon, il layout delle pagine, la scelta delle sidebar, il logo e la barra di navigazione etc. Fatto questo passaggio che inevitabilmente prenderà del tempo, è bene che si carichino i testi già precedentemente scritturati dal copywriter per cominciare a dare forma al nostro sito.

In ultimo, impostiamo correttamente i link delle pagine in impostazioni>permalink, selezionando “post name” e salvando.

In uesto modo salveremo i permalink in maniera corretta sia per coloro che operano praticamente sulla piattaforma wordpress e sia per facilitare l'indicizzazione sulla SERP di Google.

3.Installare i Plugin necessari.

È indispensabile installare plugin come Akismet oppure Wordfence per proteggere il nostro sito da attacchi malevoli e commenti indesiderati. Il passo immediatamente successivo prevede l’installazione di plugin quali All in One SEO oppure Yoast SEO per indicizzare in maniera corretta il nostro sito grazia ad un’interfaccia intuitiva. E qui è bene aiutarsi con la nostra guida precedente che spiega come ottimizzare correttamente il nostro sito. Per dare maggiore visibilità ai contenuti e trattenere gli utenti sul nostro sito, è bene inserire link nell’articolo correlati ad altri contenuti del nostro blog così da trattenere l’utente sulla pagina.

4. Crea le pagine e il blog – collegamento pagine social.

È propedeutico a questo punto selezionare le pagine statiche del nostro sito, ossia quella pagine sempre visibili all’utente e che aggiorneremo con minor frequenza rispetto al nostro blog. In generale, la Homepage, la sessione chi siamo, la pagina prodotti e servizi, l’area portfolio e la sezione contatti costituiscono ormai lo standard della maggior parte dei siti web. Per ognuna di queste sezioni esistono dei plugin adeguati per ottimizzarne funzionalità e creatività del contenuto.

Per quanto concerne la creazione del blog sul nostro sito, è bene selezionare una pagina a parte dove andare a caricare i contenuti secondo un layout scelto ad hoc dal webmaster. Per contenere dunque la frequenza di rimbalzo, è bene quindi utilizzare gli slider per creare pagine esteticamente valide e funzionali all’inserimento di elementi utili per la navigazione.A questo punto, è bene collegare il nostro sito alle pagine social grazia ad innumerevoli plugin disponibili su WordPress.

5. Configurazione delle aree sidebar- widget- footer.

I widget sono elementi che appaiono nelle sidebar, ossia in aree a sinistra o a destra del nostro sito. È buona prassi inserire l’iscrizione alla newsletter oppure un form di contatto, anche se risulta sempre più diffusa l’inserimento di un chatbot oppure di un widget che permette di chattare in diretta con un membro dell’organizzazione aziendale; ciò rappresenta un indubbio vantaggio in termini di fedeltà e user experience. Nel footer invece, ossia nella parte inferiore del nostro sito, è convenzione inserire il link alla nostra pagina privacy (quasi dimenticavo, crea una pagina ed inserisci i riferimenti normativi al trattamento dei dati secondo la legge 196 del 2003!), il Copyright, la P.IVA., la REA, e altre note di riferimento utili.

6. Collegamento Webmaster Tools a Wordpress- attiva plugin cache-indicizza il sito

Scollega la spunta che scoraggiava il motore di ricerca a indicizzare le pagine del nostro sito, e crea un account su Google Webmaster Tools per monitorare lo status del sito rispetto ad indici Google, dopo di che installiamo il plugin Google XML Sitemaps per generare una sitemap da inviare a Google per indicizzare effettivamente il nostro sito. A questo punto, è bene collegare Google Analytics a Wordpress o incollando il codice fornito da Analytics stesso oppure installando Google Analytics by Yoast, e seguendo le guide facilmente reperibili online. In ultimo, va installato e attivato il plugin della cache che genera copie statiche delle nostre pagine per aumentarne la velocità di caricamento. Ora il segreto sta nell’ottimizzare e monitorare traffico e contenuti per avere sempre un sito all’altezza delle aspettative degli utenti.

Ottimizza il tuo sito WordPress

In primis, dopo aver creato e indicizzato correttamente il nostro sito web, è bene che si monitori la qualità dell’indicizzazione e la velocità di caricamento grazie a dei tool facilmente reperibili online quali Page Speed Insight di Google oppure tuttowebmaster.eu. Questi due tool restituiscono i valori del nostro sito in base a valori di riferimento. Per esempio, Page Speed Insight di Google fornisce indicazioni per ottimizzare correttamente il nostro sito.


In prima battuta, è logico che venga suggerito di ridurre il tempo di risposta del server, eliminando Java Script e CSS che bloccano la visualizzazione nei contenuti above the-fold, dando priorità ai contenuti visibili, sfruttando infine la cache del browser. Le operazioni succitate si riferiscono alla visualizzazione da mobile, che ormai costituisce uno standard per ogni analisi in merito alle performance di un sito.

Per l’indicizzazione di un sito web, è fondamentale controllare la velocità di caricamento e la struttura di una pagina web, oltre che verificare l’inserimento coretto di meta tag e il rinvenimento di eventuali link errati nel nostro sito.


In ultimo, ma non per ordine di importanza, la densità di parole chiavi rappresenta un parametro fondamentale che definisce il valore dell’indicizzazione complessiva del nostro sito.

A far da collante a questi due aspetti è la scelta di un ottimo servizio di hosting che garantisca qualità del servizio e assistenza in caso di supporto.

Non meno importante risulta essere la scelta del tema.


Quest'ultima determina i tempi di caricamento della pagina sui vari dispositivi che si collegano al nostro sito. In quest’ottica, è fondamentale la scelta di plugin che siano realmente utili ed efficaci al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Per ottimizzare dunque il nostro sito, un altro passo fondamentale attiene la qualità delle nostre immagini , che devono essere qualitativamente valide ma non troppo pesanti nella grandezza, così da garantire efficacia estetica ma anche efficienza nei tempi di caricamento.


In ultima istanza, è utile e fortemente consigliato attivare il plugin della cache per far sì che si creino copie statiche delle nostre pagine che si memorizzino nel browser del dispositivo che si collega al nostro sito. In questo caso l’utente avrà un piacevole impatto con il nostro brand e presto tornerà a trovarci!

E tu, che aspetti? Scrivici subito nell’area contatti del nostro sito e richiedi subito un preventivo per creare e/o ottimizzare il tuo sito web.

Cerchi un'agenzia di marketing e comunicazione?

Ti aiutiamo a costruire e posizionare il brand attraverso il digital marketing. Aumentare clienti e fatturato è possibile.

Cerchi un'agenzia di marketing e comunicazione?

Ti aiutiamo a costruire e posizionare il brand attraverso il digital marketing. Aumentare clienti e fatturato è possibile.

Cerchi un'agenzia di marketing e comunicazione?

Ti aiutiamo a costruire e posizionare il brand attraverso il digital marketing. Aumentare clienti e fatturato è possibile.


E-book «Petrolio Digitale».

Scarica gratis la guida pratica per imprese e professionisti «Petrolio Digitale» per costruire e posizionare un brand di successo con il marketing digitale. Compila il form con i tuoi dati per procedere al download.

E-book «Petrolio Digitale».

Scarica gratis la guida pratica per imprese e professionisti «Petrolio Digitale» per costruire e posizionare un brand di successo con il marketing digitale. Compila il form con i tuoi dati per procedere al download.

Scopri tutti i segreti per far crescere la tua azienda con il digitale.

Leggi gli altri articoli che fanno crescere la tua azienda.


Aumentare clienti
e fatturato è possibile.

Serve una mano?



Si.